20 ottobre 2018

oggi mi ha alzato Aldo, dopo è venuta Anna, alle 10,00 sono andato al continente ed ho letto il giornale: ì”dovranno passare sul mio cadavere” dice Renzi, non sarà difficile sta già andando in “putrefazione politica”!

Immagine

19 ottobre 2018

oggi mi ha alzato Anna, poi ho fatto la doccia e alle 10,00 è venuto Paolo, sono andato al Continente dove ho letto il giornale: ci voleva il movimento per dirottare i fondi, destinati alle spese militari, destinandoli ai centri impiego. Si è capito che più importante curare la vita (di chi vuole lavorare) che la morte (distribuita dalle guerre).

Ieri ho letto commenti arrabbiati su Facebook contro Di Maio per la manovra ma, non è proprio colpa sua i sospetti sono diretti alla Lega.

18 ottobre bis

da: https://notizie.virgilio.it/top-news/assolombarda-tria-posizione-italia-e-centrale-in-europa-205766?ref=libero

 Dura lettera di Bruxelles all’Italia sulla manovra:  “Il bilancio italiano mostra una deviazione senza precedenti nella storia del Patto di stabilità, dovuta ad una espansione vicina all’1% e ad una deviazione dagli obiettivi pari all’1,5%: lo scrive la Commissione Ue nella lettera all’Italia che sottolinea “un non rispetto particolarmente serio con gli obblighi del Patto” e chiede al Governo di dare una risposta ai rilievi entro lunedì 22 ottobre.

Replica da Bruxelles il premier, Giuseppe Conte, convinto non sia alcuna deviazione. “Forse si riferiscono al valore assoluto. Ma noi già dovevamo partire da un riallineamento all’1,2%, più le clausole Iva si andava al 2%. Dal 2% al 2,4% è smentito che si stratti di una deviazione senza precedenti”,  afferma in conferenza stampa dopo il vertice europeo.

“L’Italia – ha aggiunto – deve crescere, l’Italia gode di buona salute, mi rendo perfettamente conto che c’è tensione nei mercati, ma i fondamentali dell’economia sono saldi”, il nostro Paese “è un soggetto in buona salute, e noi non possiamo che auspicare l’avvio di percorso che ci vede seriamente disponibili al dialogo” con la Commissione Ue.

Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, che oggi ha incontrato il commissario Pierre Moscovici, ha auspicato che le posizioni con l’Ue si possano avvicinare. “Abbiamo ricevuto la lettera con le osservazioni della commissione – ha detto -. Si apre quello che abbiamo definito un dialogo costruttivo partendo da valutazioni diverse sulla nostra politica economica. Abbiamo constatato queste valutazioni diverse, riteniamo di dovere approfondire le nostre spiegazioni delle ragioni della nostra politica, di far conoscere meglio alla commissione le riforme strutturali che porteremo avanti con la legge di bilancio e quindi di poter avvicinare speriamo le nostre posizioni”.

Secondo Moscovici,  “l’Italia ha diritto di scegliere le sue priorità di bilancio, di mettere l’accento sulla lotta alla povertà, la Commissione non interferirà su queste scelte che sono legittime” ma “abbiamo tre domande da rivolgere al governo italiano: la prima è come finanzierà le spese nuove annunciate, chi pagherà la fattura delle spese supplementari non finanziate”. L’altra domanda è sul percorso per il calo del debito, la terza, la mancata convalida dell’Upb.

La Commissione, ha aggiunto il commissario, “non è contro l’Italia, non è un avversario dell’Italia. E’ l’arbitro sul campo, la persona che fa rispettare le regole del gioco”. Lo ha detto il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici, al termine dell’incontro al Mef con il ministro dell’Economia, Giovanni Tria. Le regole, ha aggiunto, “sono strumenti che permettono agli Stati di lavorare insieme”. Sono state “adottate in modo democratico”, anche dall’Italia, e “si applicano a tutti con equità e giustizia”.

“Siamo in disaccordo, ci sono valutazioni divergenti – ha detto ancora – ma dobbiamo gestire questo disaccordo con sangue freddo, restando all’interno delle regole comuni”.

La lettera di osservazioni dell’Ue – scrive su Facebook, Giuseppe Conte – “non può preoccuparci: ci avrebbe preoccupato se avessimo fatto una manovra temeraria. Ma la nostra manovra è ben pensata, ben costruita, ben realizzata ed è l’unico strumento che abbiamo per assicurare crescita economica e sviluppo sociale al nostro Paese. Ed è quello che continueremo a spiegare nel corso dell’interlocuzione che proseguirà con l’Ue”. “Non ci spaventa il dialogo – ha aggiunto – purché costruttivo e utile, e scevro da pregiudizi”, aggiunge.

Spread vola a 320, nuovo massimo di oltre 5 anni

Durante l’Eurosummit il premier Conte ha presentato il progetto di bilancio italiano “con passione”. Ora esamineremo il documento senza “alcun pregiudizio negativo. Sarà esaminato con la stessa flessibilità e rigore come per tutti gli altri. Ci sono 5-6 Paesi a cui chiederemo ulteriori chiarimenti”, ha detto il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker al termine dell’Eurosummit. “Non è nostra intenzione” aggiungere flessibilità a flessibilità per l’Italia.

“Non abbiamo nessuna comprensione” per le politiche finanziarie “dell’Italia, “ci aspettiamo che il governo rispetti le regole”, ha affermaot il cancelliere austriaco Sebastian Kurz al termine del Consiglio europeo a Bruxelles. “Non siamo i soli a pensarlo, anche molti altri Paesi” appoggiano la Commissione nel chiedere “il rispetto delle regole” comunitarie, ha sottolineato il cancelliere. “I criteri di Maastricht valgono per tutti – ha detto Kurz -. In Austria di sicuro non pagheremo per il debito di altri”.

ANSA | 18-10-2018 19:04

Mi sembra che ci stiano due anime all’interno della commissione europea, quella del commissario  Moscovici (che all’inizio era stato più duro con l’Italia) che si dimostra più accomodante e la seconda anima rappresentata dagli altri stati che si dimostra più rigida e meno accomodante

18 ottobre 2018

oggi mi ha alzato Aldo dopo colazione è venuta Anna, alle 10,00 sono andato al Continente ed ho letto il giornale: secondo un sondaggio c’è un’apparente discrepanza, nelle scelte degli italiani, la maggioranza vuole uscire dall’euro zona e solo una minoranza vuole abbandonare  la moneta unica (l’euro). Questo si può spiegare, l’Europa ci mette tali e tanti paletti che è oppressiva ma gli italiani sono troppo intelligenti per voler affrontare di nuovo il cambio di moneta”

17 ottobre bis

Junker: “Se dovessi accettare le proposte della maggioranza giallo-verde alcuni Paesi ci coprirebbero di ingiurie e invettive con l’accusa di essere troppo flessibili. Ma non abbiamo pregiudizi e ci confronteremo in maniera pacata come abbiamo fatto con gli altri Paesi”.

Continua su: https://newsmondo.it/dichiarazioni-juncker-manovra/economia/?utm_source=welcoming&utm_medium=newsletter&utm_campaign=news-mondo

dato che la manovra è per i giovani e il loro futuro penso che forse la risposta di Salvini “si beva un caffè” sia oltremodo appropriata e poi non dimentichiamo che le quote pagate dall’Italia sono molto alte

17 ottobre 2018

Oggi mi ha alzato Anna, alle 10,00 è venuto Paolo e sono andato a ginnastica, dopo sono andato al Centro Cesure e al bar ho letto il giornale: la passerella Telfer dopo tanti guai che ha provocato è stata scaricata sotto un cavalcavia. C’è il rischio che venga dimenticata (specialmente se non è visibile). Dopo tutte le discussioni, le prese di posizione gli interventi in tribunale e gli anni che ha guardato il traffico che passava sulla Valnerina, sarebbe il colmo se sparisse dimenticata e fosse lasciata morire tra la ruggine!

Dopo sono andato a fare la spesa (ho avuto l’incontro del 6° tipo con la cassiera!) e sono venuto a casa dove avuto una bella sorpresa, stamattina non funzionava il comunicatore seguendo un suggerimento arrivato da helpicare ha ripreso a funzionare

Voci precedenti più vecchie