1° luglio 2017

Ieri sera guardando la televisione, in America c’è stato l’ennesimo fatto di sangue dovuto alle armi, un ex dipendente di un ospedale, ha fatto irruzione da http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2017/06/30/sparatoria-in-ospedale-bronx-feriti_fa8a6a6d-6070-4eab-998c-a579a0695f96.html

(ANSA) – WASHINGTON, 30 GIU – Sparatoria in un ospedale del Bronx con diverse persone colpite da un ex dipendente, che si è poi dato alla fuga ma è stato ucciso.
La polizia è intervenuta dopo la segnalazione di un uomo che ha cominciato a sparare all’interno dell’ospedale, ferendo dalle 4 alle 6 persone. Secondo le prime notizie, l’uomo è entrato con un camice bianco e armato di un fucile d’assalto M16.
L’attacco sarebbe avvenuto tra il 16/mo e il 17/mo piano fa sapere la polizia, che rende noto anche che l’aggressore è un ex dipendente dello stesso ospedale, forse un medico, che dopo aver colpito si è dato alla fuga. Il presidente Donald Trump è stato informato. L’aggressore è stato quindi raggiunto e ucciso.
L’ospedale, nato 120 anni fa, a circa due chilometri e mezzo a nord dell’attuale Yankee Stadium, ha circa 1000 posti letto e il suo pronto soccorso è uno dei più affollati della città.
I troppi interessi impediscono di mettere al bando le armi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: