Ai leader mondiali:
“Noi cittadini di tutto il mondo siamo profondamente preoccupati dall’allarme lanciato dagli scienziati sul possibile collasso degli ecosistemi necessari alla vita sulla Terra entro la prossima generazione. Vi chiediamo di rispettare gli obiettivi attuali di tutela della biodiversità, di stipulare un nuovo accordo per proteggere e ripristinare almeno il 50% degli oceani e della terraferma, e di assicurare che il nostro pianeta sia gestito in maniera completamente sostenibile. Questo deve tenere in considerazione l’esigenza dello sviluppo umano, e avere il sostegno attivo delle popolazioni indigene. Un obiettivo a lungo termine per il rispetto della natura può riportare l’armonia tra umanità e natura.”

Entro il 2020, due terzi degli animali selvatici saranno spariti. La vita sulla Terra si sta spegnendo alla velocità di quando si estinsero i dinosauri, ed è l’umanità che sta abbattendo l’albero della vita.

Se non ci fermiamo, rischiamo di far collassare il delicato equilibrio della biodiversità e di trasformare il nostro pianeta in un deserto inabitabile. Ma c’è una speranza: un piano ambizioso per mettere sotto tutela metà del pianeta, su cui concordano importanti scienziati, può ristabilire l’armonia tra l’umanità e la nostra casa comune.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: