15 novembre 2016

Non so quanti di voi abbiano visto il servizio de Le Iene postato su Facebook, e non trasmesso sulle reti Mediaset perchè, a detta dell’Agcom, violerebbe la par condicio.

Rimango amareggiato nel sentire il “nostro” primo ministro che parla, parla, parla dell’imminente aggiornamento senza sapere di cosa sta parlando…

A detta di Renzi il nuovo Nomenclatore Tariffario è un tomo di centinaia e centinaia di pagine da rivedere.
Beh, non è vero che sono tutte queste pagine, ma sono solo 110 (due/tre pagine al giorno fanno meno di due mesi di lavoro).

A detta di Renzi i governi precedenti non hanno fatto nulla, ma a ben guardare il suo Governo ha ripreso il testo Prodi-Turco, molto ben fatto, e lo ha peggiorato, almeno per quanto riguarda il modo di fornire gli ausili ai disabili.

Non sono stati in grado, o non hanno voluto, definire le tariffe neanche per quegli ausili (più o meno una dozzina) più importanti per la vita delle persone disabili, che vogliono comprare con gare d’appalto, così che il Governo se ne lava le mani e offre il vassoio d’argento ai grandi affaristi degli appalti pubblici.
Il tutto, come al solito, a discapito e con buona pace delle persone con disabilità, a cui viene negato il sacrosanto diritto di scegliersi l’ausilio più aderente alle proprie esigenze.

https://static.change.org/product/embeds/v1/change-embeds.js

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: