Manovra correttiva: emendamento del Governo

Manovra correttiva: emendamento del Governo

In Commissione Bilancio del Senato, ieri sera, è stato presentato dall’Onorevole Azzollini, presidente della Commissione e relatore di Maggioranza, l’emendamento del Governo all’articolo 10 del Decreto Legge 78/2010 (Manovra). L’articolo riguarda la “Riduzione della spesa in materia di invalidità”….

leggi–>http://www.handylex.org/

Lettera dal post-terremoto.(dalla N.L. di B. Grillo)

L’Aquila oggi

Lettera dal post-terremoto.

Ieri mi ha telefonato l’impiegata di una società di recupero crediti, per conto di Sky. Mi dice che risulto morosa dal mese di settembre del 2009. Mi chiede come mai. Le dico che dal 4 aprile dello scorso anno ho lasciato la mia casa e non vi ho più fatto ritorno. Causa terremoto. Il decoder sky giace schiacciato sotto il peso di una parete crollata. Ammutolisce. Quindi si scusa e mi dice che farà presente quanto le ho detto a chi di dovere.

Poi, premurosa, mi chiede se ora, dopo un anno, è tutto a posto. Mi dice di amare la mia città, ha avuto la fortuna di visitarla un paio di anni fa. Ne è rimasta affascinata. Ricorda in particolare una scalinata in selci che scendeva dal Duomo verso la basilica di Collemaggio.
E mi sale il groppo alla gola. Le dico che abitavo proprio lì. Lei ammutolisce di nuovo. Poi mi invita a raccontarle cosa è la mia città oggi. Ed io lo faccio.
Le racconto del centro militarizzato. Le racconto che non posso andare a casa mia quando voglio. Le racconto che, però, i ladri ci vanno indisturbati.
Le racconto dei palazzi lasciati lì a morire. Le racconto dei soldi che non ci sono, per ricostruire. E che non ci sono neanche per aiutare noi a sopravvivere.
Le racconto che, dal primo luglio, torneremo a pagare le tasse ed i contributi, anche se non lavoriamo.
Le racconto che pagheremo l’i.c.i. ed i mutui sulle case distrutte. E ripartiranno regolarmente i pagamenti dei prestiti. Anche per chi non ha più nulla.

Che, a luglio, un terremotato con uno stipendio lordo di 2.000 euro vedrà in busta paga 734 euro di retribuzione netta. Che non solo torneremo a pagare le tasse, ma restituiremo subito tutte quelle non pagate dal 6 aprile. Che lo stato non versa ai cittadini senza casa, che si gestiscono da soli, ben ventisettemila, neanche quel piccolo contributo di 200 euro mensili che dovrebbe aiutarli a pagare un affitto. Che i prezzi degli affitti sono triplicati. Senza nessun controllo.
Che io pago, in un paesino di cinquecento anime, quanto Bertolaso pagava per un appartamento in via Giulia, a Roma. La sento respirare pesantemente.
Le parlo dei nuovi quartieri costruiti a prezzi di residenze di lusso.
Le racconto la vita delle persone che abitano lì. Come in alveari senz’anima. Senza neanche un giornalaio. O un bar. Le racconto degli anziani che sono stati sradicati dalla loro terra. Lontani chilometri e chilometri.
Le racconto dei professionisti che sono andati via. Delle iscrizioni alle scuole superiori in netto calo. Le racconto di una città che muore. E lei mi risponde, con la voce che le trema.
" Non è possibile che non si sappia niente di tutto questo. Non potete restare così. Chiamate i giornalisti televisivi. Dovete dirglielo. Chiamate la stampa. Devono scriverlo."

Loro non scrivono voi fate girare.

29 giugno bis

è stata sospesa la manifestazione  del 1° luglio, perchè nel governo si rivedrà la legge (sugli invalidi), è tutto fermo, quindi, fino a quando non saranno note le decisioni finali

SESSO CLERICALE

da vita.it: riporto un passo breve della  rassegna stampa

… Nel taglio basso di pagina 11 si parla ancora dello «scandalo a Bruxelles»,

riportando «una delle pagine del libretto “Roech”, utilizzato per il catechismo

nelle diocesi di Malines-Bruxelles nel 1997. Nell’immagine c’è una bambina

nuda con fumetti che recitano: “Stimolarmi la patatina mi fa sentire bene”, “mi

piace togliermi le mutande con gli amici”, “voglio restare nella camera quando

mamma e papà fanno sesso”»….

sembra di leggere un giornale pornografico

29 giugno 2010

Stamattina è venuta Anna ed ho fatto la doccia, dopo ho messo la maglietta che mi ha regalato Davide (ricordo del mare).

Poi sono andato da Piero ed ho letto il giornale: in un anno, l’Italia, è passata dal 7° al 5° posto, in Europa, per volume di tasse “non metteremo le mani nelle tasche degli italiani” … le ultime parole famoseJ

28 giugno bis (spero che non mi denunciano:-))

FISH e FAND: storica mobilitazione unitaria e manifestazione il 1° luglio

Le comuni considerazioni negative rispetto ai contenuti e alle logiche della Manovra Finaziaria Correttiva, ma anche l’unanime preoccupazione per lo stigma che una campagna mediatica ha subdolamente diffuso nel Paese, equiparando brutalmente i "falsi invalidi" alle persone con reali e drammatici problemi di disabilità, oltre alla delusione nel rilevare che l’attenzione politica al mondo della disabilità è limitata al contenimento della spesa e non piuttosto al consolidamento di politiche sociali per la non autosufficienza, il cui carico è sulle spalle delle famiglie, e per l’inclusione sociale. Tutto ciò ha cementato l’unione tra la FAND e la FISH, le due Federazioni italiane che raggruppano le maggiori e più significative associazioni di persone con disabilità e dei loro familiari, per una mobilitazione comune che culminerà con una manifestazione nazionale il 1° luglio a Roma


Un’immagine della manifestazione nazionale indetta dalla FISH il 15 novembre 2005 a RomaCi sarà dunque una mobilitazione unitaria, come deliberato da parte delle segreterie di FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali dei Disabili) e FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), le due organizzazioni che raggruppano le maggiori e più significative associazioni italiane di persone con disabilità e dei loro familiari.
«A cementare l’unione tra FAND e FISH – dichiarano i rispettivi presidenti
Giovanni Pagano e Pietro Barbieri – sono state le comuni considerazioni negative rispetto ai contenuti e alla logica della Manovra Finanziaria Correttiva [Decreto Legge n. 78, N.d.R.], ma anche l’unanime preoccupazione per lo stigma che una campagna mediatica quasi senza precedenti ha subdolamente diffuso nel Paese, equiparando brutalmente i "falsi invalidi" alle persone con reali e drammatici problemi di disabilità».

Leggi tutto: http://www.superando.it/index.php?option=content&task=view&id=6080

28 giugno 2010

Stamattina è venuta Roberta, sono andato ad accompagnare mamma, prima al distretto sanitario poi in via Bramante.

Dopo sono  andato da Piero ed ho letto il giornale (poco che dopo dovevo andare da Froscianti): il capo della polizia di Toronto (commentando il G20) ha detto, di non aver mai visto tanta violenza (vetrine spaccate, macchine distrutte).

Non capisco, si vuol protestare contro lo spreco e si fa lo … sprecoJ

Voci precedenti più vecchie