allarme

VOLEVO GIRARVI UNA SEGNALAZIONE CHE MI E’ ARRIVATA: NON ACCETTATE AMICIZIA DA STEFANIA COLACE E ALEJANDRO SPITZN, SONO HACKERS!!! GIRATELA ANCHE VOI A TUTTI I VOSTRI AMICI, NON SIATE PIGRI, PERCHE’ BASTA L’ ACCETTAZIONE DI UNO DI NOI PER FARLI ENTRARE NEI NS. COMPUTER
Annunci

30 giugno 2009

Stamattina è venuta Zoriana dopo aver fatto la doccia sono andato al Continente, lì dopo essere passato a salutare Michela, sono andato al bar e ho letto il giornale, verso le 10.20 sono andato al bagno ed ho visto Lorella, sul giornale: c’era una cosa che non capisco, il governo si dice stabile, però ci sono 37 miliardi (mica bruscoliniJ) in meno (di entrate)!

 

dal corriere della sera (rubato spero non mi denuncino)

                         \…\
COME CON BUSH» – Fra i temi dell’incontro alla Casa Bianca, anche il prossimo G8 dell’Aquila: Berlusconi ha espresso l’auspicio che il vertice possa contribuire a sbloccare le trattative riguardanti il Doha round, i negoziati per il commercio mondiale da tempo in fase di stallo. E a proposito dei rapporti con gli Usa, il premier ha detto di essere «legato a un giuramento di riconoscenza verso gli Stati Uniti, che hanno restituito al mio Paese la libertà dopo la seconda guerra mondiale: sono qui a collaborare con il Presidente Obama, così come è successo in precedenza con i presidenti Clinton e Bush». «Sarei molto lieto – ha aggiunto Berlusconi – se continuando i nostri rapporti si possa arrivare ad una amicizia, direi che abbiamo ben cominciato». A tal proposito, il leader americano ha assicurato che «Berlusconi è un grande amico» e che i legami tra i due Paesi sono ora «più forti». «Abbiamo cominciato bene» ha detto Obama. «Mi aspetto sempre dal premier Berlusconi – ha aggiunto – una opinione franca e onesta». «Oltre al fatto che a me il premier Berlusconi piace personalmente – ha proseguito Obama – anche i nostri popoli si amano e hanno profondi legami e profonda comunità di valori».

Obama ha detto che è un grande amico chi gli toglie dalle … scatole un pò di detenuti

però se fossi Obama ci starei attento e, poi non è certo una festa, per quelli che verranno, staranno stretti, le carceri sono già super affollate, ci manca solo che si importano!
Come potrebbe parlar male,, il presidente americano, di chi gli toglie le castagne dal fuoco

29 giugno 2009

Oggi è venuta Silvia, sono andato al Continente (perché mi avevano detto che era aperto) ma stava chiuso, allora sono andato al centro Cesure e lì ho letto il giornale: Berlusconi punta molto sull’amicizia di Gheddafi ma credo che quella del dittatore libico, sia un’amicizia interessata!

È stato sospeso il trattato che liberalizza le frontiere, in vista del G8, creando forti disagi, con file e rallentamenti.

Non mi sembra un provvedimento giusto, trovo sbagliato che, per i vezzi di pochi (come la tenda di Gheddafi a Roma) siano molti a subirne le conseguenze, se questa volta lo scopo (la sicurezza) in un certo senso giustifica i problemi, quello della tenda era proprio un capriccio.

Una curiosità: i mobili del G8 dopo l’uso verranno destinati ai terremotati, mi immagino la ricerca di “amicizie” per accaparrarseliJ

papi:-)

mezze vacanze a Tortoreto

Sono arrivato la sera di sabato dopo un breve viaggio, la sera sono andato al teatro.

La mattina dopo sono andato in piscina coi miei due assistenti (Tonino e Francesco)

Fino alle 11,45 ho preso il sole poi aiutato dal bagnino ho fatto il bagno nella piscina.

Il lunedì ho saputo che avrei cambiato stanza.

Il martedì mattina sono andato alla stanza N°595 in via delle rondini, che ci sta un maniglione (messo per me l’anno primaJ) nel bagno vicino la tazza molto comodo, infatti con quello mi tengo praticamente da solo.

Una sera sono andato sul lungo mare che ci sta una pista ciclabile molto comoda per la carrozzina elettrica.

Ho conosciuto una ragazza, di un locale “le 4 palme”, sul lungo mare che si chiama Sonia.

La domenica 21, la mattina mi è scoppiata un … emorroide, c’era sangue da per tutto uno schifo che non vi dicoJ.

È stato chiamato il 118, un’ambulanza mi ha portato all’ospedale mi ha accompagnato l’assistente Francesco, è un bravo ragazzo infatti ha pensato a portare il borsello coi documenti.

All’ospedale sono andato dapprima nel pronto soccorso dove un dottore mi ha preso il sangue per le analisi (gliel’ho indicata io la venaJ), poi mi hanno portato (sempre sula barella) in una stanza dove una gentile signora mi ha dato il pranzo.

Dopo mi è venuto a riprendere Vincenzo intanto Tonino mi ha preparato le valige, arrivato al villaggio sono ripartito per Terni in fretta e furia.

Ho fatto in tempo ad andare a salutare Federica (l’avvocata) ma non c’era, quindi sono partito senza salutare quasi nessuno!

Quasi 0perchè qualcuno è venuto: Antonio, Veronica e i signori di Rieti.

Adesso smetto perché so straccoJ scrivo con un dito solo!

27 giugno 2009

Stamattina è venuta Simonetta, sono andato al Continente e dopo essere passato a salutare Michela sono andato a leggere il giornale, mentre leggevo è venuto Croccolino poi è arrivato Tonino.

Sul giornale: la sanità è scossa dalla forte spesa di ricoveri ed esami inutili, fatti fare dai medici che hanno paura delle conseguenze legali!

Però mi sembra che il tutto nasca da una diffusa “coscienza sporca”, infatti gli esami inutili che nascono dalla paura di conseguenze lasciano intravvedere che ci possono essere queste “conseguenzeJ”.

Berlusconi vuole zittire i catastrofisti, chiama così chi si limita a dire la verità.

Come rimedio contro la crisi, Berlusconi pensa di risolvere, facendo tacere chi prima l’aveva prevista ed ora propone delle soluzioni!

—————————————————–

ieri me so scordato

Stamattina è venuta Simonetta, sono andato al comune e li ho saputo che c’era l’insediamento del nuovo sindaco (Di Girolamo), è stata una combinazione fortunata, che stessi con Simonetta, è rimasta con piacere con chiunque altro avrei avuto problemiJ

Ho conosciuto il nuovo sindaco (Di Girolamo).

Non so se resteranno gli assessori, c’era Moreno, c’era l’avversario alle elezioni (non ricordo).

Prima di entrare ho incontrato don Antonio, sta su una sedia a rotelle perché colpito da un ictus (e mi dispiace).

Mi sono ricordato il nome dell’avversario: Baldassarre (sospetto che ha mandato delle maledizioniJ)

 

 

Voci precedenti più vecchie