31 luglio bis

Mi sembra interessante: Roma, 25 lug. (Adnkronos) – "Il governo e la maggioranza dimenticano le persone con disabilita’: tagliano drasticamente il welfare e non procedono alla ratifica della Convenzione sui diritti delle persone con disabilita’ adottata il 13 dicembre 2006 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, sottoscritta dal ministro Ferrero il 30 marzo del 2007 e approvata dal Consiglio dei ministri il 29 dicembre del 2007 e poi trasmessa al Parlamento". E’ la denuncia della senatrice del Partito democratico Franca Donaggio, gia’ sottosegretario al Welfare del precedente governo Prodi. "Lo scioglimento anticipato delle Camere – spiega Donaggio – non ha permesso l’avvio dell’iter parlamentare della ratifica della Convenzione. Ci sembrava ovvio che l’attuale maggioranza riproponesse il provvedimento in via prioritaria. Un provvedimento che certamente il Pd avrebbe sostenuto in modo tale da arrivare in tempi rapidi alla ratifica e alla piena applicazione della Convenzione per piena affermazione dei diritti e delle opportunita’ per le persone con disabilita’. Purtroppo – prosegue la senatrice del Pd – non c’e’ stato alcun cenno in tal senso da parte della maggioranza. Il gruppo del Pd a Palazzo Madama, con la sottoscrizione di oltre 65 senatori, ha quindi fatto proprio il ddl di ratifica della Convenzione creando cosi’ una corsia preferenziale per il provvedimento che ha l’obiettivo di di autorizzare il Presidente della Repubblica alla ratifica della Convenzione". Il Ddl di cui Franca Donaggio e’ prima firmataria e’ stato sottoscritto dal Presidente del Gruppo del Pd al Senato, Anna Finocchiaro, dai vicepresidenti Luigi Zanda e Nicola Latorre e da un’altra sessantina di parlamentari.

Annunci

31 luglio

Stamattina sono andato, con Silvia, a fare ginnastica, l’ho fatta con Raffaella a cui si può fare un dolo addebito … ha sbagliato mestiereJ.

Poi sono andato al continente ed ho letto il giornale: avvicinandosi la data dell’apertura,  dei giochi olimpici, è più forte la sensazione di una censura pressante.

Non è giusto che, i giochi, siano  penalizzati dalla protesta ma è difficile utilizzarli come palcoscenico senza romperliJ

30 luglio

Stamattina sono andato a lavare la macchina (4 €) poi sono andato al continente ed ho letto il giornale: il consiglio d’Europa ha bacchettato ancora l’Italia, sui rom.

C’è stata una replica (arrabbiata) del ministro Maroni ma, non so quanto attendibileJ.

Dopo l’impennata di tutti i soggetti coinvolti (sindacati, associazioni, etc.) il governo ha fatto marcia indietro, sugli assegni sociali cioè, l’ha detto … ora vedremo!

29 luglio tris

Da Il Messaggero:
Norme più severe contro il razzismo. L’Italia dovrebbe rivedere «urgentemente e rafforzare» le norme contro le discriminazioni e «reintrodurre pene più severe» per reati legati al razzismo.
se il governo  introduce leggi contro il razzismo, poi devoono arrestare Bossi

29 luglio bis

Ieri ho  parlato della scelta del governo di togliere le pensioni sociali, mi è arrivata una conferma più dettagliata:
In queste ore il Senato sta approvando la legge di conversione del Decreto Legge 112/2008 che tornerà poi alla Camera.
Nel testo in esame è prevista una disposizione che mette a rischio l’erogazione dell’assegno sociale a migliaia di cittadini, in particolare alle persone con disabilità con più di 65 anni di età.

Nel nostro sito HandyLex.org – http://www.handylex.org – spieghiamo i risvolti di tale disposizione, in via di approvazione salvo auspicabili emendamenti.

29 luglio

Stamattina sono venute Anna ed Elena, sono andato, subito dopo la doccia, al continente dove ho letto il giornale: le direttive del ministro Brunetta (tanto sbandierate dal governo) hanno fatto infuriare i sindacati, tra l’altro sono messi in dubbio i risultati.

Si è formato un fronte di statali arrabbiati che si sono definiti: fannulloni laboriosiJ

28 luglio bis

da Il Messaggero:

KABUL (28 luglio) – Due bambini uccisi dal fuoco di due soldati Nato a Kandahar, in Afghanistan. I militari hanno aperto il fuoco contro l’auto nella quale viaggiavano i bambini dopo che la vettura non si è fermata ad un posto di controllo. Lo riferisce l’Isaf precisando che un uomo è rimasto gravemente ferito nello stesso episodio. I soldati «hanno aperto il fuoco contro un’auto, che viaggiava in maniera minacciosa e ha ignorato gli avvertimenti, due bambini che erano a bordo sono rimasti uccisi», comunica l’Isaf.

Sabato scorso  alcuni soldati britannici hanno ucciso quattro civili che anche in quel caso si trovavano a bordo di un’auto che non si è fermata a un posto di controllo, nel distretto di Sangin, nella provincia di Helmand.

ho copiato l’articolo, ci avrei messo una vita a scriverlo!

Purtroppo queste sono le conseguenze di un’invasione che, come tutte le invasioni, non era voluta ma, questa era pure contrastata dagli alleati

Voci precedenti più vecchie